Cosa è un distributore musicale e quale scegliere?

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin

Un distributore musicale è un intermediario che permette ad un artista di pubblicare e diffondere la propria musica su piattaforme musicali a pagamento come Spotify, Apple Music, Tidal e tante altre ancora. Con l’avvento del digitale questo servizio si è sempre più trasformato dando vita a piattaforme online di distribuzione automatizzate.

I distributori digitali di musica, con la loro forma di business, cercano di mettere in competizione le grandi etichette discografiche con i produttori indipendenti, una fetta di mercato formata da appassionati di musica, di tecnologia e artisti emergenti. Questi ultimi nel corso degli anni, favoriti anche dagli investimenti delle piattaforme di streaming, stanno normalizzando il mercato. In altre parole, i guadagni complessivi generati da questo tipo di mercato vengono distribuiti maggiormente tra gli artisti disponibili nei vari cataloghi musicali dei servizi di streaming.

È emersa una nuova fetta di mercato, affamata di successo e in grado di mettersi in gioco in un mercato sempre più competitivo e frammentato. Se nei primi anni 80 il mondo della musica contava centinaia di migliaia di artista, oggi supera il milione di artisti e produttori musicali.

Perché ho bisogno di un distributore per caricare la mia musica su Spotify o iTunes?

Oggi per distribuire la propria musica online è possibile utilizzare due tipi di canale che possiamo classificare come: canali di nicchia e canali commerciali.

Tra i canali di nicchia troviamo piattaforme come SoundCloud e Bandcamp: social gratuiti per la libera navigazione e l’ascolto di musica. In queste piattaforme sono previste forme di abbonamento freemium e l’artista ha la possibilità di coltivare una community. Per accedere e pubblicare la propria musica, la registrazione è gratuita ed è possibile caricare un numero limitato di brani.

I canali commerciali come Spotify o Apple Music sono servizi di streaming a pagamento. Questi prevedono un abbonamento mensile per poter ascoltare tutta la musica disponibile sul catalogo. Sono dei servizi accessibili esclusivamente agli ascoltatori, mentre gli artisti possono inserire i loro brani tramite i distributori digitali.

piattaforme cataloghi streaming musica online

Per un artista indipendente alle prime armi o che già organizza concerti, è fondamentale essere presente su più piattaforme possibili in modo da creare una consapevolezza negli ascoltatori. Queste piattaforme sono il vostro biglietto da visita e non mancherà l’occasione di ricevere domande come: “come ti trovo su Spotify?” oppure “dove posso ascoltare i tuoi album?”. Dovrai essere pronto a lasciare il tuo biglietto da visita, perché la musica non è soltanto arte e amore ma anche business. Non mi credi? Qui potrai leggere l’intervista di Kendrick Lamar a Dr. Dre e gli NWA. Dovete imparare ad essere abili in questo tipo di business!

Se sei seriamente intenzionato a far arrivare la tua musica davanti ad un grande pubblico, avrai bisogno di una piattaforma di distribuzione digitale. Preparati dunque a pensare di dover investire qualche euro per dare inizio alla tua carriera. Per sapere quali sono i migliori distributori digitali del momento, troverai in questo articolo: DistroKid vs TuneCore 2021: Quale è il migliore distributore?, le risposte che stai cercando.

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin

Chi è Nils Lewin

Mi chiamo Nicola Bombaci alias Nils Lewin, sono un ingegnere informatico con la passione per la musica e l’audio. Durante la mia crescita professionale ho deciso di fondere questi due mondi apparentemente diversi tra loro.
Articoli Correlati

Lascia una risposta

Iscriviti alla newsletter