Recensione DistroKid 2021 Come funziona?

Siete interessati a pubblicare il vostro primo brano su Spotify e avete sentito parlare di DistroKid? Avete alcuni dubbi su come funzionino i loro servizi? In questo articolo, proveremo a tirare fuori dal cilindro tutti i pro e i contro di questa giovane piattaforma. Per parlarne, vi scrivo dopo circa un anno dalla mia iscrizione, un EP ed un singolo pubblicati. Ma andiamo con ordine.

DistroKid è un servizio di distribuzione musicale indipendente. Fondato nel 2013 dall’americano Philip Kaplan, DistroKid offre ai musicisti l’opportunità di distribuire e vendere la propria musica attraverso lo streaming digitale. Per fare ciò, l’azienda si fa da tramite con alcuni rivenditori online, che nel mondo della musica conosciamo come: iTunes, Spotify, Pandora (per il territorio americano), Amazon Music, Google Play Music, Tidal, Deezer e tanti altri.

DistroKid non è di sicuro l’unico servizio che su internet offre questo genere di strumenti, ma la sua particolarità risiede nella sua trasparenza. L’iscrizione alla piattaforma infatti, richiede soltanto un costo annuale irrisorio e dai guadagni generati dall’ascolto dei tuoi brani che pubblicherai, DistroKid ti garantisce il 100% delle royalties, ovvero i diritti di riproduzione e gli incassi che questi generano sulle singole piattaforme.

I piani per gli abbonati

Ad oggi la piattaforma mette a disposizione dei suoi utenti, 3 diverse tipologie di abbonamento.

distrokid plans

Musician

Se sei un musicista che autoproduce la propria musica e non vuoi passare per intermediari, il piano Musician è quello che fa al caso tuo. Con soli $19,99/anno, circa €17/anno quasi un caffè al mese, potrete caricare brani e testi illimitati, inoltre se attiverete il profilo Spotify Artist, riceverete il logo di utenti verificati. Con questa piccola somma potrete gestire così le vostre pubblicazioni.

Musician Plus

Se vuoi il meglio del meglio, senza badare a spese e spingendo al massimo in fase di rilascio, il piano Musician Plus è la scelta che fa per te. Con soli $35,99/annno, circa €31/anno che corrisponde quasi ad un caffè e un cornetto al mese (i consumi al bar sono un ottimo metro di paragone), potrai avere tutti i servizi del piano Musician e in più potrai accedere alle statistiche giornaliere sulle vendite, o ancora personalizzare la label con la quale pubblicherai i tuoi brani (a breve parleremo del significato di ciò). Scegliere le date di rilascio e pre-ordine, il prezzo su iTunes e tutto questo gestendo fino un massimo 2 artisti o band. Insomma potrebbe essere un buon punto di partenza per la tua etichetta.

Label

In fine, se siete un’etichetta discografica e dovete gestire molti artisti, il piano Label mette a disposizione degli utenti tutte queste funzionalità al prezzo di $79,99/anno, circa 68€/anno ovvero un gioco per console l’anno, risparmiando così il 40% rispetto al piano base. Potrete gestire da 5 a 100 artisti e avere il massimo dalla piattaforma.

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter mensile e riceverai in anteprima contenuti esclusivi e un articolo dedicato in un formato speciale.

Potrai annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Interfaccia utente

L’interfaccia grafica di DistroKid si presenta molto minimale, a tratti troppo semplice ma non si può certo pretendere molto a questo prezzo. Nei mesi successivi alla mia registrazione (Inverno 2019), DistroKid non ha apportato particolari migliorie sull’interfaccia utente ma, al contrario, ha aggiunto tantissime funzionalità. Quelle per cui ho ritenuto focalizzare l’attenzione, sono tre.

Teams

Questa sezione del sito permette al gestore del profilo di suddividere i ricavi tra i vari soci o collaboratori. Supponiamo voi siate una band di 4 componenti. Con questo semplice tool potrete suddividere i racavi in parti eque. Nel caso in cui un vostro collaboratore vi abbia aiutato a scrivere i testi o arrangiare le musiche, potrete suddividere i ricavi come meglio vorrete con formule variabili. Il classico fifty-fifty 50/50, oppure 60/40 e così via. Teams, si rivela essere un ottimo e semplice sistema per gestire gli utili e dare dignità a tutte quelle figure che spesso lavorano all’ombra di un grande album.

distrokid teams

HyperFollow

DistroKid al momento dell’upload dei brani, crea una pagina dedicata alla release. Saper sfruttare al meglio questa funzionalità, potrà servire da trampolino di lancio ai tuoi album e far crescere la tua fanbase. Una volta aperto il brano, dai link presenti nella pagina di HyperFollow:

  • gli utenti ti seguiranno automaticamente su Spotify
  • i tuoi brani verrano automaticamente inseriti nella libreria Spotify dei tuoi ascoltatori
  • riceverai le email dei tuoi fan
  • un messaggio automatico verrà inoltrato ai fan, al momento del rilascio
  • potrai scoprire gli artisti preferiti dei tuoi fan
  • e tante altre statistiche utili come il numero delle visite o la posizione geografica

La pagina inoltre è dinamica, quindi si adatterà a qualsiasi dispositivo. Senza costi aggiuntivi, avrai una pagina web dedicata alla tua release pronta per essere mostrata sul web.

distrokid hyperfollow

Slaps

Recentemente DistroKid ha rilasciato una nuova piattaforma di social network denominata Slaps. Simile a SubmitHub, Slaps si propone di condividere e diffondere la propria musica. Il suo funzionamento è molto semplice. Ogni commento che viene rilasciato su un brano della community fa guadagnare CTR, acronimo di “Comment/Track Ratio”. In buona sostanza: più commenti, più pubblichi i tuoi brani per essere valutati da altri utenti.

Devo ammettere che questo sistema inizialmente potrebbe indurti a fare delle scelte errate. I più furbetti potrebbero pensare erroneamente di lasciare dei commenti a caso per ricevere CTR, e pubblicare la propria canzone. Attenzione! Scelta sbagliata! Se tutti ragionassero così, allora il social network non avrebbe alcuna utilità, se non a dispensare commenti superficiali. Se volete spendere del tempo su piattaforme come queste, bisogna farlo in modo produttivo. Lasciate ogni speranza o voi che pensate solo a fare numeri a caso. Ascoltate la vostra community e scrivete commenti sinceri sui brani che ascoltate. Non siate troppo severi, non fate nemmeno i super criticoni. Siate umili e spontanei, e il gioco varrà la candela.

distrokid slaps

Pubblicare un album con DistroKid

La fase di pubblicazione è davvero semplice e intuitiva. Il menu si apre su tutta una serie di parametri da scegliere e selezionare per il lancio del proprio album. Potrai scegliere se pubblicare su tutti gli store, oppure selezionare quelli che più preferisci. Collegare i rispettivi account iTunes e Spotify per scegliere la data di rilascio (solo per gli abbonati Musician Plus e Label). Caricare la tua cover, selezionare il genere musicale e inserire tutti dati dei tuoi brani. Come ho accennato all’inizio potrai anche scegliere la tua label o crearne una. La Record Label, così denominata sul sito di DistroKid, è una forma di etichetta discografica tramite la quale l’artista può figurare sui vari store e servizi di streaming (requisito necessario per completare la pubblicazione di un brano o album). Non temere, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Se non hai sottoscritto un contratto con alcuna label, crea la tua! Inventa un nome di tuo piacimento e dai inizio al viaggio nel mondo della musica.

Una volta caricato il tutto, le fasi successive saranno dedicate alla valutazione e alla pianificazione da parte degli store. Se non imposti alcuna data per la pubblicazione, i tuoi brani verranno pubblicati appena possibile, ovvero in circa 2-3 settimane a seconda del traffico di artisti. Ovviamente, pubblicare a caso il tuo album NON è la scelta più saggia. Prenditi del tempo. Pensa a una strategia e non pubblicare la tua traccia a meno di 22 giorni dalla fase di upload su DistroKid. I tempi di selezione devono essere il più possibile flessibili. Questo può permetterti di essere selezionato per l’inserimento nelle playlist Spotify, previa richiesta che deve essere effettuata sul portale Spotify Artist (creerò un articolo per spiegarti come).

I guadagni di Distrokid

DistroKid non trattiene nessuna percentuale da quello che guadagni. Quando gli store inviano i rapporti sui tuoi brani con ricavi e numero di riproduzioni, Distrokid non trattiene nessuna percentuale a differenza di altre piattaforme, lasciando all’artista il 100% dei ricavi.

Quando vorrai, in qualsiasi momento, potrai ritirare i tuoi guadagni e depositarli sul conto PayPal o Wise. Per trasferire i ricavi su un conto personale verranno addebitate delle commissioni di transizione, quest’ultime sono le uniche tasse a cui potresti essere soggetto da parte di Tipalti, il fornitore dei servizi bancari che sfrutta DistroKid.

L’unica volta che DistroKid trattiene parte dei tuoi guadagni, è se opti per il servizio opzionale “YouTube Content ID”. Questo servizio sfrutta l’algoritmo di YouTube per trovare i video che utilizzano la tua musica e monetizzarli. Per il servizio opzionale “YouTube Content ID”, DistroKid trattiene il 20% delle entrate generate dai video di YouTube, ottenendo così un guadagnando dell’80%.

Assistenza Clienti

Durante questo anno, mi sono imbattuto in alcune perplessità. Dubbi che il servizio di assistenza clienti ha saputo risolvere in meno di 3 giorni. In particolare i miei dubbi sono stati relativi allo store di Pandora e alla richiesta di registrazione dei brani. Un argomento che non riguardava assolutamente DistroKid ma mi hanno saputo dare assistenza e consiglio. Successivamente all’apertura del ticket, in meno di 48 ore ho ricevuto una risposta e nel giro di qualche giorno ho risolto i miei dubbi lasciando un feedback positivo.

Ottieni il 7% di sconto

Vuoi iniziare il tuo viaggio nel mondo della musica con DistroKid? Registrati subito cliccando qui: Ottieni lo sconto del 7%. Scegli la formula che più preferisci e ti verrà applicato uno sconto del 7% sul tuo abbonamento nel primo anno. Il mondo della musica oggi è sempre più tech, richiede doti e abilità su tanti fronti. Non dimenticare di fare buona musica. Segui il tuo istinto e la tua passione. Il tuo gusto musicale fa la differenza e non demordere. Non costringerti a fare sempre tutto da solo. Puoi creare un team, e dividere gli utili con tutti i tuoi collaboratori. DistroKid è solo uno strumento per diffondere la tua musica. La qualità che un domani ti potrà dare la giusta visibilità, dipenderà dalla costanza che dedicherai a crescere e migliorarti.

Condividi
Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Chi è Nils Lewin

Mi chiamo Nicola Bombaci alias Nils Lewin, sono un ingegnere informatico con la passione per la musica e l’audio. Durante la mia crescita professionale ho deciso di fondere questi due mondi apparentemente diversi tra loro.
Articoli Correlati

59 risposte

    1. Ciao Antonio, se l’album viene pubblicato sotto un unico nome (esempio: “Project X”) potete usare un unico account e nella sezione “Split” dividere i ricavi. Il piano “Musician Plus” può andare bene. Se invece entrambi in futuro pubblicherete musica in maniera indipendente conviene aprire un account “Label” così da poter gestire 2 account personali e 1 di gruppo. Il mio consiglio è di iniziare con un gruppo quindi un solo account, se in futuro vorrete produrre in maniera indipendente potrete fare l’upgrade dell’account in qualsiasi momento.

  1. Ciao, vorrei aprire un profilo Label, mi sai dire se ci sono complicazioni con il fisco? cioè serve partita iva robe del genere? Per i pagamenti Paypal pensi vada bene? grazie mille…

    1. Ciao Paolo, se scegli un abbonamento Label o Musician poca differenza fa, non serve partita iva per iniziare ma certamente nel momento in cui le entrate iniziano ad essere significative è necessario adeguarsi al sistema. Per i pagamenti ti consiglio di usare Wise perchè ti permette di risparmiare tantissimo sulle commissioni di trasferimento, in questo articolo trovi la mia guida: Come prelevare da Distrokid

  2. Ciao Nils, vorrei passare dal piano base al Plus. Durante l’upgrade Distrokid mi “sconterà” i mesi che mancano alla fine dell’annualità del mio attuale piano base? O dovrò comunque pagare i 31 dollari del nuovo piano ? Grazie!

    1. Ciao Paolo, durante il primo anno di iscrizione e solo entro il primo, se fai un upgrade entro 14 giorni dall’iscrizione riceverai automaticamente un rimborso completo per il tuo piano precedente. Se effettui un upgrade dopo 14 giorni riceverai uno sconto sul nuovo piano.

  3. ciao Nils, avrei bisogno di un consiglio per quanto riguarda la parte fiscale di distrokid, io vorrei caricare le mie canzoni sul sito ma ho un dubbio su come compilare la parte “Your earnings are processed by Tipalti (DistroKid’s payment processor) Update your Tipalti settings” quale voce dovrei selezionare per non aver problemi fiscali?

  4. Ciao Nils,
    ho una band con diverse release all’attivo e pensavamo ad un distributore digitale come distrokid.
    Abbiamo molto materiale inedito ma facciamo anche molte cover (totalmente risuonate ma con testo diverso), qual è la politica economica di distrokid a riguardo?
    Avevo letto di una quota per OGNI COVER che si va a sommare all’abbonamento annuale, è giusto?
    Grazie in anticipo

    1. Ciao Valerio, si per le cover (una canzone che hai eseguito e registrato tu stesso, ma la musica è stata scritta da qualcun altro) Distrokid trattiene una tassa per gestire la parte burocratica di $1 dollaro al mese con fatturazione annuale, quindi pagherai $12 dollari ogni anno per quella cover. A questi vanno sottratti i diritti di produzione che possono ammontare a 9,1 centesimi o 1,75 centesimi per ogni minuto riprodotto. A breve farò un articolo su questo argomento con maggiori dettagli.

  5. Ciao nils , ho circa 800.000 visualizzazioni perché sul mio bank mi esce che ho 0,0 dollari ? Come faccio a capire quanto ho maturato con i miei artisti e quando verrò poi pagato ? Grazie

    1. Ciao Mario, gli store come Spotify impiegano circa 2-3 mesi per trasferire i ricavi agli artisti. Per mia esperienza personale, solitamente ogni 15 del mese Distrokid aggiorna i guadagni netti sulla sezione Bank. Spero di averti aiutato, in ogni caso ricorda che fanno affidamento le statistiche rilasciate mensilmente che trovi nella pagina “Bank” cliccando sul pulsante “See excruciating detail” accanto ad “Automatic splits”.

  6. Ciao Nils, da mesi ormai invio mail all’assistenza senza alcun aiuto. Sui metodi di pagamento, tipalti mi dice che ha bloccato i pagamenti. Ho già riscosso i guadagni su paypal, ma la mia carta postepay evolution (che ha funzionato benissimo per un anno), ora viene respinta al momento di pubblicare un nuovo brano. Io adoro il servizio, vi ritengo i migliori, ma sono bloccato e non posso fare nulla. Ho chiamato la posta e mi ha detto che non c’è alcun blocco o problema sulla carta. Come faccio a risolvere? ti prego di aiutarmi.

    1. Ciao Gianluca, purtroppo non sei la prima persona che segnala di aver problemi simili con le carte delle poste italiane, inoltre Distrokid recentemente ha annunciato possibili difficoltà con alcune carte. Il mio consiglio per tamponare il problema è di aprire gratuitamente un conto virtuale su Wise seguendo questa guida. Ti crei un conto Europeo ed uno Americano, dopodiché crei una carta di credito virtuale e usi quella per rinnovare l’abbonamento di Distrokid. Purtroppo non è una cosa che dipende da Distrokid ma dalla loro banca con la quale gestiscono i pagamenti quindi probabilmente per questo il servizio di assistenza non riesce ad aiutarti. Di fatto se vai alla pagina di assistenza di Distrokid e selezioni la categoria “Earnings / Withdrawals / Billing / Refunds” e poi il topic “My card was declined” noterai un messaggio di servizio di Distrokid dove spiegano che il problema dipende dall’istituto bancario del cliente. Spero di esserti stato di aiuto, contattami pure per email o sui social se dovessi avere bisogno.

  7. Ciao, vorrei chiedere se una volta caricato un brano che è in attesa di essere pubblicato si è ancora in tempo a cambiare l’artwork o cover, in un secondo momento.. grazie mille

    1. Ciao Nicolas, purtroppo gli store musicali non ammettono modifiche alle release pubblicate, le operazioni di pubblicazioni sono dunque definitive. Dovrai dunque eliminare da Distrokid l’album in questione e ricaricarlo con la nuova cover. Ti consiglio di avere tutto pronto prima di procedere alla pubblicazione.

  8. ciao nils, ti scrivo con un urgenza abbastanza importante. distrokid mi sta inviando delle email, dicendomi che se non rinnovo l’abbonamento la mia musica verrà cancellata da spotify e da tutti gli altri digital stores. ma cosa significa? aiutami ti prego. non è possibile che mi cancellino la mia musica…

    1. Ciao Francesco, se non vuoi più continuare a pagare l’abbonamento annuale di Distrokid ma vuoi che i tuoi brani rimangano sugli store, per ogni pubblicazione devi attivare l’opzione “Leave a Legacy” che trovi a fondo pagina selezionando un tuo album dalla dashboard. Questa opzione, la paghi solo una volta, e ti permette di mantenere la tua musica per sempre su Spotify, Deezer, etc. e continuerai a ricevere le tue royalty. In alternativa, continua a rimanere abbonato a Distrokid per pubblicare nuova musica e mantenere i tuoi brani online. Spero di averti aiutato! Ti auguro buone feste natalizie.

  9. Ciao, avrei delle domande.
    Con il piano base posso comunque scegliere una data per la pubblicazione di un singolo o album? Perché non ho ben capito se questo si può fare solo con il piano PLUS.
    Inoltre, una volta fatto il passaggio delle mie vecchie release (pubblicate tramite un altro distributore) a Distrokid, se carico una nuova traccia, essa mi viene pubblicata nei miei profili già creati dal vecchio distributore (esempio il profilo artista di Spotify che già ho) o devo fare delle procedure?
    Grazie.

  10. Ciao, con il piano base, il brano viene su quali piattaforme viene distribuito? Potrà essere usato nei reel di instagram, nelle storie di facebook, su tiktok?
    Grazie

  11. Ciao Nils,
    Credi sia possibile caricare i brani su Bandcamp in attesa che vengano pubblicati anche su Distrokid?
    È possibile indicare due date di pubblicazione differenti (seppur nello stesso mese) o si possono generare “conflitti”?
    Grazie…

    1. Ciao Enzo, con Distrokid puoi gestire le pubblicazioni sulle piattaforme di streaming escluse Bandcamp, Soundcloud e altre piattaforme simili che si differenziano per servizi offerti e funzionalità. Su Distrokid puoi scegliere un’unica data di lancio, mentre se vorrai pubblicare in anticipo su Bandcamp qualche brano del tuo album puoi farlo tranquillamente in quanto le due piattaforme sono scollegate tra loro. Il mio consiglio è di pubblicare in contemporanea su tutte le piattaforme ed evitare di avere più date.

  12. Ciao, tempo fa ho pubblicato una canzone su i.musician e in automatico si è creato il profilo artista Spotify. Adesso sto collaborando a una produzione e l’artista che pubblicherá la canzone mi ha comunicato che lo fará su Distrokid. Ovviamente ho immediatamente fatto un account Distrokid per poter dividere le royalties. La domanda è questa: visto che si era giá creato il profilo artista Spotify, non è che adesso pubblicando da Distrokid il tutto va in conflitto? Ho una gran confusione, potresti chiarirmi? Grazie

    1. Ciao Giandomenico, il passaggio da un distributore ad un altro può essere effettuato senza intoppi. Prima di risponderti vorrei chiederti: hai reclamato il profilo artista di Spotify o semplicemente è stato generato al momento della pubblicazione dell’album?

  13. Ciao Nils, attualmente ho parecchia musica pubblicata con sondrop vorrei pubblicarla su distrokid, come posso procedere, cancello tutto da soundrop e poi pubblico su distrokid ?
    Oppure prima pubblico su distrokid e poi cancello soundrop?
    Grazie mille per i tuoi sempre utili consigli

    1. Ciao Vipal, per passare a DistroKid dovrai: creare un account e caricare le tue release su DistroKid e non appena saranno online (dopo qualche giorno), rimuoverle dal tuo vecchio distributore. È molto importante che usi gli stessi metadati ovvero: titoli della canzone, titoli dell’album, ISRC, ecc. Inoltre devi caricare lo stesso file audio che hai usato con il vecchio distributore.
      In questo modo, i servizi di streaming cercheranno di non perdere il conteggio delle riproduzioni o le playlist in cui ti trovi. Le recensioni di iTunes e Amazon potrebbero andare perse durante questo processo. Se hai bisogno di maggiori dettagli in questo mio articolo troverai tutto quello che ti serve per trasferire i tuoi brani su Distrokid.

      1. Ciao, ho un altra domanda.. il profilo spotify for artist, se ho indicato di non averne avuto uno in precedenza, si crea in automatico al momento della pubblicazione (il giorno indicato da me)? Oppure dovrebbe crearsi prima? Stessa cosa la domando in generale per tutti gli account dei vari canali.. a pochi giorni dalla pubblicazione non sono ancora in grado di vedere i canali creati.. è un problema o è la normale procedura?

  14. Salve, vorrei avere un profilo con distrokid ma quando vado per pagare non accetta il pagamento nonostante uso Postepay, come posso fare?

    1. Ciao Alessandro, su Distrokid puoi pagare tramite carta di credito o di debito. La PostePay Evolution dovrebbe andare bene, mentre la classica PostePay prepagata non viene accettata purtroppo.

        1. Ciao Rocco, mi dispiace che ci siano problemi con questa carta specifica, purtroppo è una cosa che non dipende da Distrokid. Probabilmente ci sono dei limiti imposti da Poste Italiane su alcuni pagamenti ricorrenti. Il mio consiglio è provare con un conto bancario online come Wise.com o aprire un conto online con ING. Fatemi sapere se riuscite nell’operazione

  15. Ciao Nils, ho caricato su Distrokid un album con cinque canzoni ma non ho messo nessuna data (,ho letto solo adesso il consiglio di inserire una data). É possibile modificare? Devo rifare tutto da capo? Volevo anche sapere se la SIAE deve essere informata di queste pubblicazioni oppure se ci sono già accordi tra i vari distributori. Grazie

    1. Ciao Maurizio, tranquillo puoi annullare la pubblicazione dell’album e rifare la procedura di pubblicazione. Puoi gestire il tuo catalogo musicale in qualsiasi momento, che sia già online sulle piattaforme o meno. Hai tu il controllo della tua musica con Distrokid. La SIAE tutale il diritto d’autore qual ora il tuo album fosse riprodotto in concerti, radio, tv, etc. Non è obbligatorio iscriversi ma come ben capirai, è una tutela aggiuntiva al tuo prodotto “artistico”. Ti consiglio di iscriverti su Soundreef, alternativa italiana e gratuita. Spero al più presto di poter scrivere un articolo sull’argomento.

  16. Ciao, ho un problema con distrokid, ha caricato il mio pezzo su youtube solo che in un altro account con ha un nome simile a quello mio. come posso fare? grazie.

    1. Ciao Davide, se hai selezionato in fase di pubblicazione lo store “YouTube Music” automaticamente Distrokid caricherà sul tuo account artista di YouTube (account che viene generato automaticamente) i nuovi brani. Se hai un altro account dove magari pubblichi altri tipi di contenuti ti suggerisco di unificare l’account “artista” con quello vecchio già in tuo possesso. In questo articolo troverai tutte le risposte che ti servono: Come attivare il canale YouTube Artist: 3 semplici passi

  17. Ciao, vorrei chiedere un’informazione. Nel momento in cui io inserisco la mia musica su distrokid con il pacchetto base (musicians), se pur non ho la facoltà di scegliere la data di rilascio, mi viene indicata una data di pubblicazione generata dal sito o il tutto viene pubblicato senza preavviso?

    1. Ciao Simona, la data di pubblicazione va scelta al momento della pubblicazione. Lasciando la data invariata da quella odierna non ti garantirà mai e poi mai la pubblicazione in maniera uniforme su tutte le piattaforme; infatti su Distrokid troverai alla sezione “Release Date”, del form di upload del tuo nuovo album, la voce: “Setting your release date to at least 1-week in the future increases your chances of getting added to playlists.
      If it’s important that your album goes live in all stores on the same day, click here for info“. Il team di Distrokid consiglia dunque di pubblicare a una settimana dalla data di upload, io ti consiglio di progettare (come minimo) la data di release a 20 giorni di distanza.

    1. Ciao Aurelio, il Tax Forms viene utilizzato per identificare la persona con cui Distrokid sta per scambiare del denaro; negli USA questo modello è uno standard per la dichiarazione dei redditi. Per i cittadini che commerciano servizi da fuori degli USA non è prevista alcuna tassazione vanno quindi dichiarati i propri dati e lo scopo della propria attività. In questo articolo: Come prelevare da Distrokid: Guida Completa spiego passo passo come compilare il form per iniziare a prelevare i primi guadagni.

  18. Ciao Nils, con Distrokid ho caricato il brano su tutti gli store, ho scelto anche l’opzione beatport a 9,99 €. Il brano è stato caricato però se si clicca sul mio nome riportato vicino alla traccia, esce un profilo col mio nome senza foto. Vorrei che chi clicca sulla traccia possa vedere il mio profilo con foto. Come posso fare per risolvere? Grazie in anticipo.

    1. Ciao Roberto, purtroppo avere la propria immagine del profilo aggiornata su tutte le piattaforme non è una cosa facile. Infatti, per caricare immagine e descrizione sul profilo artista è necessario (per alcune piattaforme come beatport) compilare dei form creati dalle stesse piattaforme o registrarsi sul loro sito per riscattare il profilo. Per Beatport bisogna compilare il seguente form con tutte le informazioni necessarie https://www.jotform.us/form/13105057250. Spero nei prossimi giorni di trovare del tempo per fare un articolo su questo tema.

  19. ma scegliere la data di rilascio, vuol dire caricare la traccia anche il giorno stesso e decidere di caricarla per la mezzanotte dello stesso giorno?

    1. Ciao Marco, se carichi ad esempio oggi il tuo album, per avere garantito che il tuo album sia pronto e disponibile in tutti gli store lo stesso giorno, devi almeno impostare una data minima di pubblicazione di 2 settimane. esempio: carichi il 5 Agosto, pubblichi il 29 Agosto. Se provi a pubblicare prima rischi che nessun distributore potrà garantirti la pubblicazione per tempo, dato che i tempi di attesa dipendono dalle piattaforme e non dai distributori.

  20. Ciao ma se finisce il mio abbonamento e non voglio continuare, i brani che ho pubblicato verranno rimossi? E nel caso devo continuare lo stesso abbonamento o posso cambiare abbonamento senza perdere i miei dati? Per dati intendo le canzoni pubblicate

    1. Ciao Giuseppe, se smetti di pagare la quota annuale (e non hai optato per “Leave a Legacy”), le tue canzoni e i tuoi album verranno rimossi dai servizi di streaming ma continuerai ad avere accesso a DistroKid e riceverai i guadagni che ti spettano. Se vuoi cambiare abbonamento quindi fare un upgrade (un abbonamento più ricco) o un downgrade (un abbonamento più ristretto) non perderai i tuoi brani pubblicati. Troverai maggiori informazioni sul sito ufficiale di Distrokid

  21. ciao, sai dirmi come faccio a caricare un album tramite distrokid?
    o meglio… vorrei caricare a breve una canzone, successivamente un’altra e così via… ma faranno parte tutte dello stesso album..
    grazie

    1. Ciao e grazie per la domanda. Distrokid ti permette di pubblicare la tua musica come desideri: singoli, ep o album. Ci sono dei casi che fanno eccezione e te li elenco qui:

      (1) Se i brani che vuoi pubblicare fanno parte dello stesso album devono essere caricati tutti nello stesso momento, non è possibile rilasciare un brano alla volta.
      (2) Se invece hai intenzione di rilasciare i tuoi brani come singoli, separati l’uno dall’altro, allora potrai caricare in momenti diversi e vederli sul tuo profilo artista come release singole.
      (3) Puoi caricare un singolo e successivamente includerlo in un album che lancerai in futuro come una release separata. Qui trovi il link ma non ci sono molte istruzioni

      Per eseguire il caricamento è molto semplice, una volta effettuato il login clicca sull’icona in alto “Upload” e segui le istruzioni. A breve farò un articolo dove spiegherò ogni passaggio. Nel frattempo ti consiglio di provare da te, vedrai che è molto semplice e veloce.

    1. Ciao Marco, lo staff di DistroKid suggerisce di specificare una data che non sia inferiore alle 2 settimane al momento dell’upload. I ritardi sono rari, ma purtroppo accadono, e sono tipicamente fuori dal controllo diretto di DistroKid. Di seguito trovi il link dove sono riportati i tempi medi di pubblicazione dei vari store

  22. Ciao, io prima di iscrivermi a distrokid avevo già pubblicato le mie canzoni su SoundCloud. Non ho mai arrivato ancora SoundCloud Repost. Alcune persone mi hanno chiesto di entrare nei loro label o di produrre canzoni per le loro case discografiche. Preciso che sono un’artista emergente e non vorrei incorrere in problemi. Inoltre altro quesito. Se qualcuno volesse usare i miei brani x mixarli? Su SoundCloud c’è una casella dove apporre un link to buy… Ma distrokid non me lo ha comunicato. Devo attivare anche SoundCloud Repost a sto punto? Se metto il free download cosa succede? So appunto che distrokid non ha SoundCloud come negozio

    1. Ciao Ambra, capisco cosa intendi e cercherò di spiegarti cosa succede quando pubblichi su SoundCloud (che ora chiameremo SC). Caricare i brani su SC ha i suoi vantaggi perché ti permette di avere una libreria musicale online senza pagare nulla. Tuttavia pubblicando su SC non hai tutele sul brano, esempio: trovo il tuo brano, mi piace, lo scarico e lo spaccio per mio. SC nella sua versione free pecca molto dal punto di vista del diritto d’autore. SC Repost invece è un servizio nuovo di distribuzione che permette agli utenti di pubblicare anche sugli store come Spotify. Per la tutela del diritto d’autore devi rivolgerti ad una società di PRO (performance rights organization, in italiano corrisponde alla società per il diritto d’autore), in Italia esistono due realtà: la SIAE e SoundReef. Presto scriverò un’articolo per spiegare come creare un account, nel frattempo dagli un’occhiata.

    1. Ciao Salvatore, si i pagamenti sono automatici ma non è una cosa difficile da gestire. Se dopo un po’ vedi che il servizio non fa per te puoi cancellare l’account e con esso i dati della tua carta verranno rimossi. Ad ogni modo i dati delle carte sono protetti con crittografia a 128-bit, qui puoi vedere il certificato originale firmato da un garante, nel loro caso si sono affidati a GoDaddy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter

banner distrokid musica online